Libri

Blog

mercoledì, gennaio 09, 2013

Recensione: Zentropia - Adriano Barone

Recensione: Zentropia - Adriano Barone

Ho letto da poco Zentropia, l'ultimo nato letterario di Adriano Barone, autore che ho già apprezzato con Il Ghigno di Arlecchino.
Spiegarvi di cosa si tratta è un lavoro arduo, tuttavia posso riassumere in questo modo: Zentropia parla di un futuro prossimo del tutto esagerato, modellato in molte sfaccettature che - nel loro essere iperboliche - rappresentano una troppo triste realtà dei giorni nostri.


martedì, gennaio 01, 2013

Propositi per l'anno nuovo

Propositi per l'anno nuovo

Prima di cominciare, vorrei premettere due cose. La prima è che No, non sono qui a mezzanotte del 31 dicembre a scrivere sul blog. Per quanto la mia vita sociale non sia festini e discoteche (e meno male!), in questo momento sono altrove. L'articolo è stato scritto ieri e programmato.

La seconda cosa che mi sento di premettere è che non ho mai creduto al cambio di anno. Che differenza c'è, realmente, fra il 31 dicembre e il 1 gennaio? Nessuna. Non sono cambiato io, non è cambiato il mondo. È solo l'inizio di un ciclo convenzionale creato da qualcuno molti secoli fa.

Però sono cresciuto dall'ultima volta che ho fatto una riflessione sull'argomento. A quei tempi ero tutto ragione e scienza, tutto realtà e bando alla metafisica. Adesso no, e mi rendo conto che della realtà, fine a se stessa, non può fregarne proprio niente a nessuno.
Ciò che conta è il significato che qualcosa ha per il singolo, per l'individuo.

Ho deciso di attribuire un preciso significato al calendario, al ciclo dei nostri anni.
Nel 2010 ho conosciuto la ragazza con cui sto condividendo la mia vita.
Nel 2011 - e fine dell'anno precedente - ho cominciato ad affrontare l'università con rinnovato vigore e spirito.
Nel 2012 è cominciata la mia carriera di scrittore, con tre titoli pubblicati di cui sono e sarò sempre fiero.

Se voglio dare un senso al nuovo anno, desidero sia un senso di continuità. Nella vita, negli studi, nel mio sogno.
Ho iniziato le pubblicazioni con timore. Prima Myrddin, poi il Patto e infine il Richiamo. Per ognuno temevo di aver commesso errori, di essere stato affrettato, di non essere pronto.
Eppure i lettori mi hanno smentito. Non con grandi vendite - né me ne aspettavo - ma con recensioni e pareri sinceri. Certo, errori ne avrò fatti, e anche tanti. Ma saprò imparare da questi.
Non sentivo il bisogno di dimostrare agli altri cosa sapessi fare. Dovevo dimostrarlo a me stesso. E, almeno in parte, l'ho fatto, perché quanti mi hanno letto sono rimasti colpiti da qualcosa. Chi dallo stile, chi dal messaggio, chi dalla trama. Ognuno fra pregi e difetti, è rimasto un istante immobile, colto da un mio testo.

E se c'è un proposito per l'anno nuovo, è quello di essere degno di fiducia per i prossimi libri. Che siano sempre migliori, sempre più belli. Propositi di crescere nello studio, di raggiungere maggiore consapevolezza della lingua e della letteratura. Proposito di continuare il mio cammino di vita con la persona che ho scelto e da cui sono stato scelto.


Questi sono i miei propositi. Forse sono pochi, forse sono sciocchi. Ma per me sono gli unici che hanno importanza.


Tanti auguri a tutti.
Maurizio

Chi sono

Maurizio Vicedomini


Maurizio Vicedomini (30 giugno 1990, Napoli) è uno scrittore e editor italiano, autore di romanzi e racconti.

Laureato in Filologia moderna presso l’università Federico II di Napoli, ha praticato diversi sport, fra cui il Taekwondo, nel quale ha conseguito la cintura nera. Suona la chitarra e l’armonica a bocca.
Ha partecipato a concorsi letterari e selezioni per antologie dal 2011, ottenendo diverse pubblicazioni e riconoscimenti, fra cui la vittoria ex-aequo al concorso “I mondi di Lit”. Nello stesso anno comincia a collaborare con Fantasy Planet come recensore e articolista.
Nel febbraio del 2012 esordisce con "Myrddin di Avalon" (Edizioni Diversa Sintonia), un racconto lungo di fantascienza ispirato ai miti arturiani. Nell’arco dello stesso anno, oltre a diversi racconti in antologie, pubblica a settembre "Il patto della viverna" (Ciesse Edizioni), e a dicembre "Il richiamo della luna oscura" (GDS). Comincia la collaborazione con TrueFantasy, per il quale gestisce per breve periodo la rubrica Fantacliché e scrive saltuari articoli.
Nel 2013 partecipa a diverse antologie, oltre a pubblicare due racconti in e-book: "Sentenza notturna" (GDS) e "Somnial" (Sogno Edizioni). Lo stesso anno vince la sezione fantasy del “Premio Chrysalide”, e il racconto è pubblicato in e-book da Mondadori. Partecipa inoltre alla fondazione della rivista Fralerighe, di cui poi diventa vicedirettore. A dicembre lascia la redazione di Fantasy Planet.
Nel 2014 consegue la laurea in Lettere moderne e pubblica "Memorie di mondi" (EDS). Nel settembre dello stesso anno lascia la posizione di vice-direttore della Rivista Fralerighe, pur restando come redattore, e fonda la rivista culturale online Grado Zero, con un gruppo di colleghi universitari. Nel dicembre lascia definitivamente la redazione di Fralerighe.
Nel febbraio del 2016 consegue la laurea in Filologia moderna con il massimo dei voti con una tesi sulla teoria del racconto. Nel marzo 2017 esce Ogni orizzonte della notte, una raccolta di racconti a cui ha lavorato per diversi anni.
Attualmente continua gli studi, appassionato in particolare di narrativa breve, per la quale sente un’affinità sempre maggiore.

4 Anni
di esperienza come editor
100.000 Battute
scritte in media ogni mese
19 Testi
pubblicati in cartaceo o ebook

Contatti

Web:

www.mauriziovicedomini.com

rivistagradozero.wordpress.com

shadowfell.mauriziovicedomini.com

E-mail:

mauriziovicedomini@gmail.com

shadowfell.editing@gmail.com